Into Darkness – Star Trek: J.J. Abrams “costretto” a convertire il film in 3D

0
Star Trek - Into Darkness in 3D
Star Trek – Into Darkness in 3D

In una nuova intervista con SFX, JJ Abrams ha svelato di aver ricevuto forti pressioni dalla Paramount per convertire Into Darkness – Star Trek in 3D. Se il regista si fosse rifiutato, probabilmente non avrebbe ottenuto il via libera dalla major:

Mi dissero: ‘Se vuoi girarlo, sappi che dovrà essere in 3D per motivi economici’. Ma il problema è che a me non piaceva, mi sembrava una cosa ridicola. Ho molti problemi con il 3D, non riesco a vedere i film in questo formato, mi viene mal di testa e odio gli occhialini. Odio che sia tutto così confuso.

Abrams ha poi ammesso di essersi avvicinato alla riconversione 3D in modo molto cinico, ma di essere rimasto colpito una volta conosciute le nuove tecniche di dimensionalizzazione:

Ero molto scettico all’inizio. Ma poi ho capito che dopo tanti film le tecniche sono migliorate e molti dei problemi potevano andare risolti. Cose come la suddivisione in zone tridimensionali e le cineprese digitali multiple mi hanno convinto, hanno sfatato il mito che per avere un bell’aspetto in 3D i film debbano essere girati in questo formato.

Il regista, in ogni caso, ha voluto specificare che il 3D sarà soltanto un modo alternativo di vedere il suo sci-fi, non sarà determinante in merito al risultato finale:

Il mio intento era girare il film che volevo, esattamente come preferivo. Sarà possibile vederlo anche in 3D, ma il 2D non sarà da meno.

(Letto 30 volte, di cui 1 oggi)