Mr Spock, il documentario

0

“Avevo Spock in casa: di certo non è una condizione semplice per un ragazzino”

Queste le parole di Adam Nimoy, figlio dell’amatissimo Leonard, scomparso a 83 anni lo scorso febbraio e rimasto impresso nella memoria delle persone e dei tanti fans di Star Trek come il vulcaniano Spock.

Professione produttore (di documentati e programmi tv), il “ragazzo” di Nimoy ha 58 anni e ha lanciato una campagna Kickstarter per raccogliere i fondi necessari a realizzare “For The Love of Spock”, documentario sulla vita del padre, che vuole essere anche una lettera d’amore e affetto per tutti i miliardi di fan nel mondo.

Adam è cresciuto con Star Trek: il padre ha infatti girato quasi una dozzina di film dal 1960 al ’79. La sua ultima apparizione è stata nel 2013 in “Star Trek: Into Darkness”. Per anni lo ha visto comportarsi come se fosse davvero Spock la maggior parte del tempo, poiché “questo era il suo metodo”.

Nonostante i periodi da dedicare alla famiglia non fossero mai abbastanza, Adam ha sviluppato una grande stima per il padre e ha già prodotto, per la rete tv pubblica WGHB, un documentario sulla vita del padre da giovane. Un’esperienza talmente intensa, che padre e figlio decisero di riprovarci per il 50esimo anniversario della nascita di Star Trek (la serie televisiva iniziò infatti nel 1966), stavolta con focus su Spock, nel 2016.

Leonard era però già malato e qualche mese prima di morire, a dicembre, parlò apertamente al figlio della sua vita e del suo concetto di valori e moralità. Due mesi dopo, la scomparsa: “E’ successo tutto molto in fretta, e per lui è stato decisamente meglio”, ha spiegato Adam parlando alla sua malattia cronica, la broncopneumopatia cronica ostruttiva.

Il documentario parla della malattia, della vita in famiglia e sul set, del lavoro e della visione della vita, dello sviluppo e del perfezionamento del personaggio di Spock e di tutta la sfera intima di uno dei personaggi che ha fatto la storia. Per la realizzazione del lungometraggio, molti hanno già donato e mentre Adam completa il film con interviste al cast di Star Trek e rovista tra gli archivi di memorie, ripercorrendo i periodi felici (il suo primo giorno sul set) e quelli più duri (conflitti, abuso di alcol per il padre e di marijuana per lui, terapia).

Qui la campagna di raccolta fondi di Adam con alcune, bellissime, immagini del padre.

Spock sul ponte di comando con il figlio Adam
Spock sul ponte di comando con il figlio Adam
(Letto 45 volte, di cui 1 oggi)