Star Trek – Into Darkness: Damon Lindelof parla della segretezza

0
Damon Lindelof
Damon Lindelof

Intervistato dalla puntuale rubrica del LA Times, Hero Complex, Damon Lindelof ha parlato dell’attesissimo sequel Star Trek – Into Darkness. Lo sceneggiatore hollywodiano ha spiegato:

Se il primo film consisteva nel conoscere i personaggi, questo tratta di rafforzare i legami familiari. Il titolo del film non si riferisce solo alla misione che l’Enterprise dovrà compiere, ma anche a ciò che succede quando cominci a scoprire chi ti sta intorno e alla difficoltà nel costruire rapporti molto intensi.

Quanto a uno dei personaggi più misteriosi, di cui Benedict Cumberbatch vestirà i panni, Lindelof ha aggiunto:

Il pubblico ha bisogno di immedesimarsi nell’equipaggio dell’Enterprise, come Kirk, Spock o McCoy. Perciò se la ciurma non conosce l’identità del villain, neanche il pubblico dovrebbe. Non si tratta di voler mantenere la segretezza per un nostro capriccio, ma piuttosto di non dare agli aspettatori ciò che neanche i personaggi hanno. Ho sempre la sensazione di star preparando una festa a sorpresa – solo che in questo caso la sorpresa è per tutti i fan. Lavoro a più progetti contemporaneamente, e spesso devo mantenere una certa riservatezza anche con i miei collaboratori. A volte mi chiedono: “Dai, dì un po’, chi intepreta Benedict?” e io risposto: “Sicuri di volerlo sapere?” e loro ci ripensano. Sanno che se glielo dicessi, proverebbero 5 secondi di euforia e quattro mesi fatti di impossibilità  a parlarne con altri e assenza di suspence durante la visione del film. E’ per questo che si chiamano spoiler, ti rovinano la sopresa.

(Letto 39 volte, di cui 1 oggi)