Star Trek, la nuova serie tv non avrà nulla a che fare coi film

0

Nel 2017 l’Enterprise riprenderà il suo viaggio, con un nuovo equipaggio e nuovi mondi da esplorare. Ma terrà le distanze da un intero universo: quello cinematografico.

Lo scetticismo della CBS sulla fantascienza sta subendo veri e propri ribaltoni da quando l’emittente ha fatto trapelare di voler far tornare Star Trek. Secondo Les Moonves, ceo della compagnia, sia Netflix che HBO che altri protagonisti della scena televisiva hanno fatto offerte sontuose per avere la serie. Ma CBS, che ormai la considera il suo “gioiello della corona”, ha deciso di tenerla per il suo nuovo servizio di streaming CBS All Access.

La buona notizia è che Moonves ha sciolto quello che era il maggior dubbio degli appassionati: la nuova serie non avrà nulla a che fare con la continuity dei film prodotti dalla Bad Robot di JJ Abrams. Nonostante il nome di Alex Kurtzman alla produzione (peraltro con Bryan Fuller come showrunner, coadiuvato da quel Nicholas Meyer che aveva donato lustro alla saga cinematografica), si parlerà di nuovi personaggi e avventure del tutto diverse.

Nei giorni scorsi il boss della rete Les Moonves ha svelato alcuni dettagli: Durante la Deutsche Bank Media, Internet / Telecome conference ha raccontato

Quando la CBS si è staccata da Viacom 10 anni fa, esattamente il primo gennaio del 2006, uno dei punti più difficili fu, come potete immaginare, il franchise di Star Trek. Lo volevamo entrambi.

Loro dicevano “È un film!” e noi “No no, è una serie tv”. In realtà avevamo entrambi ragione, per cui loro tennero i diritti cinematografici e noi quelli televisivi.

E qui arriva la parte saliente del contratto.

Loro hanno Star Trek Beyond in uscita il 22 luglio e secondo l’accordo stipulato, noi dobbiamo aspettare sei mesi dopo l’uscita del film, per evitare confusioni sul mercato.

In questo modo, Moonves ha ufficializzato quanto era nell’aria da tempo: I due universi non saranno affatto collegati, più in stile DC comics che Marvel in pratica.

Il CEO è poi passato a spiegare l’impatto economico della nuova serie

Star Trek è una serie costosa, è il nostro gioiello della corona dopotutto. Le serie precedenti erano andate estremamente bene quando avevamo venduto i diritti a Netflix e non era una gran sorpresa che i trekker di tutto il mondo si fossero spostati sulla piattaforma online.

Così abbiamo capito di possedere una tigre in bottiglia.

Infatti dopo l’annuncio della serie, a livello internazionale abbiamo già coperto il 60% dei costi, e non credo che risulterà difficile recuperare il restante 40%.

Moonves aggiunge poi il piano dei costi per accedere a CBS All Access (negli States, non sarà raggiungibile da noi): 5,99 dollari al mese, accesso libero con la pubblicità, 9,99 senza.

Fonte: trekcore.com

(Letto 21 volte, di cui 1 oggi)