Star Trek, la Paramount prepara una serie TV

0

Il 13 maggio del 2005 si chiudeva senza grande clamore l’ultimo telefilm della saga di Star Trek, ovvero il non molto amato prequel intitolato Enterprise.

Poi sarebbe arrivato JJ Abrams e si sarebbe aperto un mondo parallelo cinematografico che nel 2016 vedrà l’arrivo del terzo capitolo, intitolato Star Trek Beyond, che ha già fatto molto parlare di sé.

Ma nel frattempo il versante televisivo brillava per la sua assenza, anche se nel corso degli ultimi anni più volte sono arrivate voci su idee, proposte, progetti che non hanno mai preso corpo.

Ora ecco arrivare Trekmovie.com che apre le porte a uno scenario intrigante: la Paramount, casa cinematografica della saga, ha contattato Michael Gummelt per proporre la sua idea per una serie tv.

Gummelt non è uno showrunner, né uno sceneggiatore televisivo, ma un fan appassionato che da 20 anni sta elaborando la sua serie TV basata su Star Trek, intitolata Star Trek Uncharted.

Così la descrive sul suo sito ufficiale.

Star Trek Uncharted
Star Trek Uncharted

Il futuro

200 anni dopo Kirk, l’impero romulano ha fatto crescere a livelli inaspettati e del tutto segretamente il suo esercito. Con i suoi nemici deboli e impegnati in battaglie interne, sono stato in grado di espandersi, dichiarando di loro proprietà territori sia della Federazione che Klingon.

La guerra che ne segue vede un’escalation tale da essere chiamata Galactic War.

Dura 10 anni e vede intere popolazioni cancellate dall’esistenza, ma alla fine i romulani si fanno troppi nemici: il loro impero collassa, il pianeta diventa una landa desolata i pochi sopravvissuti scappano.

La Federazione

Dopo la fine della guerra, la Federazione vede l’ingresso di quasi tutti i pianeti della galassia esplorata. Sono ben 1000 e l’organizzazione diventa nota come Galactic Federation.

Ma il conflitto ha lasciato danni ingenti in tutta la galassia e malgrado la nuova Federazione faccia di tutto per aiutare gli abitanti dei pianeti colpiti a riprendersi, si entra in un periodo di stagnazione.

La Flotta Stellare

Non è rimasto più molto da esplorare, l’era delle avventure è finita e la flotta stellare è diventata fondamentalmente una forza dedita alla diplomazia, consegna di aiuti umanitari ed eventuali azioni per risolvere dispute di varia natura. Ma c’è una nuova frontiera.

Star Trek, Enterprise in orbita
Star Trek, Enterprise in orbita

Missione

Un misterioso segnale arriva dalla galassia di Andromeda, apparentemente inviato da coloro che hanno creato la vita nella via lattea.

Viene così creato un portale che consenta un salto nell’iperspazio in grado di attraversare i 2.5 milioni di anni luce di distanza, vengono inviate sonde, che riportano dati incoraggianti.

Viene creata una nuova Enterprise, la prima ad avere questo nome dopo che l’ultima nave con questo nome è andata distrutta durante la Galactic War.

Gli scopi della missione: esplorare nuovi e strani mondi, scoprire nuove forme di vita e civiltà… Mappare la galassia, stabilire un primo contatto, formare alleanze e relazioni diplomatiche.

Gummelt ha creato una mitologia iperdettagliata, che comprende una nuova crew con relative descrizioni di incarichi e personalità, oltre a razze nuove e il modo in cui sono cambiate quelle conosciute, fino ad arrivare alla mappa della stessa nuova Enterprise.

Orig

Star Trek Uncharted è un mondo molto interessante ed è comprensibile l’interesse della Paramount, che già sta lavorando attivamente per creare un universo cinetelevisivo legato ai Transformers che comprenderà spin-off, prequel, sequel e serie tv, nel voler allargare i confini della sua galassia.

Come può funzionare, visto che in teoria i diritti televisivi sono in mano alla CBS? Fino a qualche anno fa CBS e Paramount facevano entrambe parte del gruppo Viacom; nel 2005 la società venne spezzata in due, da una parte CBS con tutta la parte televisiva, dall’altra Viacom con Paramount e tutte le strutture cinematografiche. È vero, però, che nonostante la scissione entrambi i gruppi sono di proprietà (79% l’uno, 80% l’altro) della National Amusements; non è quindi così difficile che si possano trovare accordi. D’altra parte, se davvero Paramount si sta guardando intorno per mettere in produzione una serie di Star Trek, immaginiamo che questo accordo sia già stato siglato.

Lo stesso Gummelt ha dichiarato: “posso ora annunciare ufficialmente che ho un invito per presentare Uncharted alla Paramount questa estate. Per quanto ne so, è la prima volta che un fan (cioè non un professionista televisivo) viene chiamato a proporre una serie su Star Trek. Sono ovviamente molto eccitato e farò del mio meglio per ottenere il supporto dei professionisti dell’entertainment.”

Si sta avvicinando l’alba di una nuova esplorazione della galassia televisiva?

(Letto 69 volte, di cui 1 oggi)