Star Trek, è morto Miguel Ferrer

0

Era malato di cancro, aveva 61 anni. Il successo arrivò con la serie «Twin Peaks». Era cugino di George Clooney.

Addio all’attore Miguel Ferrer, che dal 2012 interpretava il ruolo del vicedirettore Owen Granger in «Ncis: Los Angeles». Se ne va a 61 anni per un cancro alla gola. La notizia è stata diffusa dai media americani. Lo ha rivelato la Cbs.

Gli inizi e la carriera

Di origini portoricane, figlio dell’attore José Ferrer e dell’attrice e cantante Rosemary Clooney, Ferrer era cugino di George Clooney. La carriera di attore era iniziata per lui negli anni 80. Prima piccoli ruoli in telefilm, da Magnum P.I. a CHiPs, poi «Star Trek III: alla ricerca di Spock». È il 1984 e il viso di Ferrer inizia a diventare noto al pubblico. Tre anni dopo ottiene il ruolo, al cinema, di Robert Morton in «RoboCop». La svolta della carriera arriva negli anni 90: si cala nei panni dell’antipatico agente dell’FBI Albert Rosenfield ne «I segreti di Twin Peaks», ruolo che ricopre anche in «Fuoco cammina con me» di David Lynch. Dopo Lynch ancora cinema, tv, doppiaggi: da «Nome in codice: Nina» a «L’ombra dello scorpione» di Stephen King.

Le serie tv cult

Ferrer ha lavorato anche in alcune delle serie tv cult degli ultimi 20 anni: da «E.R. – Medici in prima linea» a « Will & Grace» ma si era dedicato anche al doppiaggio del film Disney «Mulan» e del videogioco Halo2. Negli anni 2000 ancora cinema: «Traffic» e «The Manchurian Candidate». L’attore è stato anche tra i protagonisti di «Crossing Jordan» (era il patologo capo dell’attrice Jill Hennessy). Della serie legal aveva scritto anche alcuni episodi.

ll messaggio del cugino Clooney

«Oggi cambia il nostro mondo – scrive George Clooney dopo la morte del cugino – Miguel ha reso il mondo più luminoso. La sua scomparsa è stata profondamente sentita da tutta la nostra famiglia Gli eventi di oggi (l’insediamento di Donald Trump, ndr) impallidiscono di fronte a questa nostra perdita. Ti vogliamo bene Miguel»

(Letto 181 volte, di cui 1 oggi)